Le zucche nel bosco, per Seguilestagioni di Novembre!

Finalmente è arrivato l’autunno, anche se qui a Roma la stagione alterna ancora i primi freddi a splendide giornate calde, regalandoci i primi malanni di stagione.

La famosa “Ottobrata romana”, con le sue temperature miti, in realtà dura almeno fino a metà novembre e gli sbalzi climatici improvvisi , uniti al fatto di non sapere precisamente cosa indossare la mattina, hanno già messo a letto metà dei romani, me compresa!

Non voglio lamentarmi, il clima a Roma è meraviglioso, e in pieno autunno poter godere di giornate piene di sole, che illuminano i monumenti e le piazze più belle del mondo; potersi sedere su una panchina a rimirare la fontana dei Fiumi a Piazza Navona o Fontana di Trevi o una delle altre cento piazze meravigliose meno conosciute del centro storico, senza le orde del turismo di massa estivo e senza dover aprire l’ombrello, non ha prezzo.

Eppure non so voi, ma io, finita l’estate, dopo un po’ ho voglia di freddo, di abiti pesanti, di pomeriggi passati in casa, con i termosifoni accesi, davanti ad una buona tazza di te; di minestroni e zuppe calde.

L’Autunno…

In questo lavoro, realizzato per il nuovo appuntamento di Seguilestagioni, il progetto a cui come sapete partecipo insieme ad altre brave blogger, ho cercato di trasferire proprio il clima autunnale, le atmosfere novembrine e i colori del bosco; con al centro uno dei prodotti stagionali tipici del mese: la Zucca!

20161020_151023

La Vellutata…

Adoro la vellutata di zucca. Ci saranno altri mille modi per cucinare questo ortaggio… Chiederò consiglio alle mie colleghe di Seguilestagioni per avere dei consigli e qualche ricetta originale. Io alla fine la preparo sempre così, in maniera molto semplice:

metto in un tegame un filo d’olio extravergine d’oliva con un quarto di cipolla, un pezzo di zucca fatta a dadini, una patata e due/tre pomodorini pachino, che aggiungono un tocco rosato. Faccio rosolare gli ingredienti per cinque minuti circa, poi li ricopro con l’acqua e lascio cuocere a fuoco lento. Quando la zucca è cotta (vado ad occhio!), frullo il tutto, verso nei piatti su del pane tagliato a quadratini e tostato in forno. Aggiungo dell’ottimo olio della Sabina e una spolverata di parmigiano.

Il mio nuovo Mini Quilt…

20161113_180951

E per celebrare l’autunno e quest’ortaggio, ho cucito questo quilt… , che è piaciuto molto a mio figlio!

Ho immaginato un orto nel bosco…

Le zucche sono adagiate su un fogliame fitto fitto…

20161112_145551

Intorno la vegetazione boschiva, e i verdi intensi…

popolata da piante e da animali selvatici…

20161112_14544820161112_155935

che lasciano le loro improntine…

20161112_160024

Come ho fatto!

Ho realizzato le zucche del top a mano, con la tecnica dell’applique,

20161019_142445

poi ho assemblato i rettangoli…

20161019_142554

e cucito ai quattro angoli delle girandole che richiamassero i colori della zucca e del binding (bordino di rifinitura).

20161031_072413

20161107_140321

 

Ho poggiato sul tavolo un pezzo di stoffa per il retro, leggermente più grande del top (circa 2 cm), con l rovescio rivolto verso l’alto; ho unito il mollettone (imbottitura piatta), della stessa dimensione, e poi ho sovrapposto il top con il dritto verso l’alto, formando così il sandwich..

Ho fissato i tre strati con una colla temporanea per tessuti, stirando bene il lavoro, facendo attenzione a non creare delle grinze…

Poi ho trapuntato utilizzando il piedino a doppio trasporto, partendo dal centro verso l’esterno.

Una volta finita la trapuntatura, ho rifilato i quattro lati del quilt, eliminando la stoffa in eccesso. A parte ho piegato in due, sul lato lungo, rovescio contro rovescio, delle strisce di tessuto, che poi ho cucito, dritto contro dritto, con la parte aperta messa a filo, sul bordo del quilt. Ho ripiegato il bordino verso il retro e ho cucito tutto intorno per rifinire.

Come si usano i mini quilt

I quilt posso essere utilizzati come piccole trapuntine da poggiare sul divano, su una poltrona o ai piedi del letto.

20161113_173840.jpg

Oppure, appuntando con ago e filo sul retro qualche nastrino, si possono appendere come pannello decorativo. A me piace usarli sulla tavola, quando invito le amiche a prendere il te, o a sgranocchiare qualche altro frutto di stagione, come le noci…

Gli altri prodotti del mese sono contenuti nell’elenco di novembre dei prodotti di novembre:

FB_IMG_1479056601537

Che ne dite, vi è piaciuto il mio quilt alle Zucche?

Se volete acquistarlo, visitate il mio Shop: https://www.etsy.com/it/shop/ALISEDESIGN?ref=pr_shop_more

 

 

E se volete, lasciatemi un commento!

Un abbraccio e alla prossima!!!

ALISA! 🍁🍁🍁

20161112_155621

Annunci